Docenti Scuola di Musica Enrico Segattini

  • Pianoforte: Eleonora Zanin, Tommaso Vio, Giovanna Rossetto, Eleonora Salvador, Chiara Dalla Torre, Lorenzo VisentinMauro Perissinotto 
  • Violino: Teresa Vio
  • Chitarra: Igor Madeyski
  • Canto: Natalia Roman
  • Flauto: Dante Costantin, Vasco Magnolato
  • Sax: Dante Costantin
  • Batteria: Samuele Martinello
  • Propedeutica alla musica: Francesco Iseppi, Angelica Recchiuto
  • Laboratori lirici sandonatesi: Mauro Perissinotto
  • Storia della musica, armonia e guida all’ascolto: Mauro Perissinotto
  • Arte scenica: Valerio Lopane
  • Direzione d’orchestra: Vram Tchiftchian, Mauro Perissinotto
  • Solfeggio: Dante Costantin, Eleonora Salvador, Angelica Recchiuto
  • Lingua inglese: Koyassan Prence, Ugo Pellizzon


Mauro Perissinotto – Direttore artistico

Laboratori lirici sandonatesi, storia della musica, guida all’ascolto, pianoforte, masterclass

Direttore d’orchestra, pianista, filologo e compositore si è laureato con il massimo dei voti e la lode in direzione d’orchestra e in pianoforte presso il conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia ed in Lettere moderne e filologia musicale presso l’Università degli studi di Padova con una tesi sulla Vita musicale sandonatese nel secolo XX. Dopo essersi perfezionato con vari maestri ed essere stato premiato in concorsi internazionali, ha intrapreso giovanissimo una brillante carriera concertistica, che lo ha portato a dirigere per importanti istituzioni musicali una trentina di titoli d’opera e vario repertorio sacro e sinfonico anche in prima esecuzione mondiale, ad esibirsi come pianista solista e in complessi cameristici e come direttore di coro. È stato direttore artistico dell’Accademia  “G. Tartini” di Monastier dal 1996 al 1999, del Coro lirico sandonatese dal 2004, del Circolo Culturale musicale Enrico Segattini dal 2000 al 2021, quando lo è diventato della neonata Accademia della cultura Enrico Segattini. Ha fondato il Coro metropolitano veneto e l’Orchestra Filarmonica Enrico Segattini, con le cui compagini ha tenuto centinaia di concerti.

È assai attivo come organizzatore e promotore di eventi culturali, di masterclass, di concorsi musicali; si dedica alla critica musicale per varie riviste specializzate e alla composizione: nel 2012 ha allestito a Venezia la propria opera Piccarda Donati.

Prossimi impegni sono la direzione musicale di Don Giovanni e Così fan tutte di Mozart, Il giocatore di Cherubini e Zanetto di Mascagni.

www.mauroperissinotto.com



Teresa Vio

Violino

Ha iniziato lo studio del violino all’età di 6 anni con il m° Erica Carpenedo. Dopo la maturità scientifica ha conseguito il diploma accademico di I livello presso il Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste con il m° Giancarlo Nadai. Ha continuato i suoi studi sotto la guida del m° Enzo Ligresti presso il Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza, dove ha ottenuto il diploma accademico di II livello con il massimo dei voti e la lode. Attualmente, sta continuando a perfezionarsi con il M° Ilya Grubert all’Accademia Santa Cecilia di Portogruaro.

Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento e masterclass con Maria Caterina Carlini, Leon Spierer, Alessandro Milani, Madeleine Carruzzo, Eliot Lawson, Christophe Horak. Ha inoltre preso parte all’International Orchestra Institute Attergau 2018, un Corso di formazione orchestrale organizzato dall’Orchestra Filarmonica di Vienna, dove ha avuto modo di frequentare delle Masterclass con Alina Pinchas e Helmut Zehetner.

È risultata vincitrice nelle seguenti audizioni: Orchestra Giovanile Italiana, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Youth Orchestra Teatro dell’Opera di Roma e Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, presso cui sta frequentando il corso di perfezionamento per professori d’orchestra.

Ha preso parte alla registrazione, presso l’Abbazia di Rosazzo, di un CD per l’etichetta Amadeus con musiche di Vivaldi, Locatelli e Leonardo Leo.

Svolge un’intensa attività concertistica orchestrale, solistica e cameristica. È inoltre violinista del Trio Miroir.



Tommaso Vio

Pianoforte

Nato a San Donà di Piave, ha conseguito presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia la laurea triennale di primo livello in pianoforte sotto la guida del M° Isabella Lo Porto,  la laurea biennale di secondo livello in maestro collaboratore coi Maestri Silvio Celeghin, Daniela Cenedese, Pietro Perini, Alessia Toffanin e  presso l’Università degli studi di Ferrara la laurea magistrale in giurisprudenza.

Nell’ambito del progetto OperaStudio, ha collaborato come maestro di sala all’allestimento di Giulietta e Romeo di Nicola Antonio Zingarelli, messo in scena al Teatro “Malibran” di Venezia; all’allestimento di Atlas 101 di Giovanni Mancuso come maestro alle luci, di La Cecchina (ossia La buona figliuola) di Niccolò Piccinni come maestro collaboratore di sala e al palcoscenico, entrambi messi in scena al Teatro “Mario Del Monaco” di Treviso; all’allestimento di Il regno della luna di Niccolò Piccinni come maestro al palcoscenico, messo in scena al Teatro “Malibran” di Venezia; all’allestimento di La Statira di Tomaso Albinoni, messo in scena al Teatro “Malibran” di Venezia e al Teatro “Dal Monaco” di Treviso, come maestro alle luci.

Ha collaborato con studenti di strumento solista e canto lirico del Conservatorio di Venezia come pianista accompagnatore. Durante gli studi musicali ha frequentato i corsi di organo del m° Roberto Padoin presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia; è organista della Chiesa Parrocchiale “San Giuseppe Lavoratore” e del Duomo “Santa Maria delle Grazie” di San Donà di Piave, della Chiesa Parrocchiale “S. Tiziano” di Stretti.

Dal 2016 si dedica alla preparazione e alla direzione del Coro dell’Associazione culturale Uniper di San Donà di Piave. Dal 2018 al 2020 si è dedicato alla preparazione e alla direzione dell’Aquarius Vocal Ensemble di Ceggia. Dal 2019 si dedica alla preparazione e alla direzione del Coro A.N.A. Fameja Alpina. Collabora con il Coro lirico sandonatese in qualità di pianista accompagnatore; in particolare, negli allestimenti delle opere Le nozze di Figaro e Don Giovanni di W. A. Mozart ha svolto il ruolo di pianista accompagnatore e clavicembalista.  Si esibisce come pianista accompagnatore, da camera e solista.




Igor Madeyski

Chitarra classica e moderna

Dopo gli studi musicali di chitarra classica e direzione d’orchestra con il m° Dino Doni presso la scuola di musica “Claudio Monteverdi” di Musile di Piave, si laurea nel 2007 presso il conservatorio “Dall’Abaco” di Verona.  Successivamente ha approfondito lo studio del liuto. Nel biennio 2010-12 ha seguito i corsi di tiorba presso la Scuola di Musica Antica di Venezia, sotto la guida del M° Massimo Lonardi.

Si è distinto in vari concorsi nazionali ed internazionali. Ha collaborato con la poetessa Patrizia Riscica, per la quale nel 2007 ha curato il supporto musicale alla presentazione del libro Immagini capovolte (Edizioni del Leone). Nell’estate del 2008 ha partecipato insieme al “Teatro dei Piccoli” alla realizzazione dell’opera Spero che lei comprenda, scritta e diretta da Giovanna Cordova, selezionando ed interpretando le musiche di scena. Nel 2009 ha tenuto, su invito del M° Riccardo Scivales, un seminario sulla tecnica chitarristica di Steve Howe degli Yes all’università Ca’ Foscari di Venezia.

Ha tenuto numerosi concerti come chitarrista, collaborando con varie band. Ha al proprio attivo diverse incisioni discografiche, che sono consultabili sul suo canale YouTube.


Samuele Martinello

Batteria


Nato a Castelfranco Veneto nel 2002, ha intrapreso lo studio della batteria presso la scuola di musica “Studio Musica” di San Lazzaro (TV) con il m° Francesco Clera.  Ha preso parte a vari laboratori di musica d’insieme (Rock/Pop/Jazz) e percussioni, completando gli studi nel 2018. Parallelamente ha frequentato l’I.T.I.S. Planck di Villorba (TV), dove nel 2021 ha conseguito il diploma di maturità come perito informatico.

Successivamente si è perfezionato con il m° Max Trabucco presso la scuola di musica “Andrea Luchesi” di Silea (TV), prendendo parte a diverse masterclass di musica d’insieme, orchestra di percussioni e improvvisazione collettiva. Ha partecipato ai corsi di batteria Pop a Poppi (AR), tenuti dal m° Maurizio Dei Lazzaretti e organizzato dalla Cemm School of Music di Milano. Ha partecipato a una masterclass di batteria jazz sulla storia e il linguaggio dello strumento, tenuta da Stefano Bagnoli presso l’associazione musicale “Polinote” di Pordenone. Dal 2019 è iscritto ad un laboratorio di musica d’insieme e improvvisazione collettiva di jazz, tenuto dal m° Davide Baldo presso la scuola di musica Miles Davis di Mestre, durante il quale sono previste esibizioni a cadenza mensile presso il locale “Al Vapore” di Marghera (VE). Contemporaneamente si è iscritto ad un ulteriore laboratorio di perfezionamento a Vittorio Veneto, tenuto dal m° David Boato.

Attualmente frequenta il corso di batteria jazz presso il Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza.

È docente presso la Scuola di musica “Andrea Luchesi” di Silea (TV) e presso la Scuola di musica Enrico Segattini di San Donà di Piave.

Pur giovanissimo, si è già esibito in occasione di vari eventi musicali nel territorio, suonando con alcune band locali.


Chiara Dalla Torre

Pianoforte


Nata a San Donà di Piave nel 1993, a tredici anni viene ammessa al Conservatorio di musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto sotto la guida del M° Francesco Bencivenga. Nel 2010 prosegue i suoi studi seguita dal M° Irene Russo, diplomandosi brillantemente nel 2016. Durante gli anni di studio in Conservatorio ha avuto l’opportunità di seguire masterclass con pianisti di fama ed importanti didatti tra cui Pietro de Maria, Filippo Gamba, Andrea Lucchesini, Jesus M. Gomez Rodriguez, Brenno Ambrosini, Sebastien Risler e Annibale Rebaudengo.

Tra il 2011 e il 2016 ha partecipato alla rassegna Sabati in Villa presso Villa Barbarella di Castelfranco Veneto, sia come solista che in formazioni cameristiche. Nel 2012 ha partecipato al progetto L’integrale dei concerti per 2, 3 e 4 tastiere e orchestra di J.S.Bach, eseguendo il Concerto per due tastiere e orchestra in Do minore BWV 1062 presso il Teatro Accademico di Castelfranco V.to. Come solista ospite ha suonato con l’orchestra del Conservatorio “Steffani” diretta dal M° Roberto Zarpellon.

Affianca all’attività solistica anche quella di duo pianistico con la pianista italo-giapponese Anna Sembokuya Samarani.

Nel 2016 ha realizzato la sua prima produzione discografica con musiche di Bach/Busoni, pubblicata dal Conservatorio di Castelfranco Veneto.

Ha al suo attivo anche attività artistica internazionale: nel 2011 è stata selezionata per uno stage pianistico presso il Conservatorio Reale Superiore di Anversa in Belgio. Nel 2015 si è esibita presso il Lemmensinstitute di Lovanio, sempre in Belgio, e nel 2018 ha suonato all’Auditorium Maene di Bruxelles. Attualmente si perfeziona col M° Irene Russo.

La sua recente attività didattica è frutto di un percorso mirato svolto già negli anni di studio attraverso tirocinio attivo di classe, ed è essenzialmente rivolta alla fascia propedeutica e di base.


Natalia Roman

Canto


È  nata a Drochia, in Moldavia, e dal 2003 vive in Italia. Si è laureata in canto lirico all’ Università d’Arte e Teatro di Chisinau. E’ vincitrice di concorsi e premi internazionali viene insignita dalla Repubblica Moldava del titolo di “Maestro in Arte”.

Arrivata in Italia, inizia gli studi con la M° Luisa Vannini attirando subito l’attenzione di importanti teatri. Al teatro Regio di Parma si è esibita ne Il Barbiere di Siviglia e al “Rossini Opera Festival” di Pesaro ne Il viaggio a Reims” di Rossini. Al Teatro Comunale di Ferrara interpreta Rigoletto e Don Giovanni con la direzione del M° G. Bisanti, ripetendosi poi nei teatri di Rovigo, Bolzano e Trento. Nel maggio 2011, al “Seoul Art Center” in Corea del Sud, è stata copertura con recita di Mariella Devia in una produzione de La traviata,  diretta dal m° R. Gianola. Nel 2012 c’è il grande successo nel ruolo di Gilda in Rigoletto” nel circuito Lombardo Opera di Aslico al Teatro Sociale di Como, a Jesi e poi a Fermo con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano e con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Il 2013 è iniziato con il debutto al Teatro Verdi di Trieste nella splendida produzione de Il Corsaro (Verdi), interpretando il ruolo di Medora, dir. e regia del m° Gelmetti.

Di lì a poco è arrivato il debutto all’Arena di Verona, al “Festival del Centenario”, nel ruolo di Gilda in Rigoletto. Dopo il pieno successo ottenuto, continua la collaborazione con l’Arena dove è stata scritturata per “Opera on Ice”, dir. M° F. Mastrangelo e trasmesso su Rai1. Il 2013 prosegue con un “Gran Galà dell’Opera” a San Pietroburgo. Nel 2014 debutta a Spalato con La traviata (Violetta) e con Lucia di Lammermoor. Nell’estate all’Arena di Verona è Micaela in Carmen dir. M° J. Kovatchev e regia F. Zeffirelli e Oscar in Un ballo in maschera”, dir. m° A. Battistoni e regia di P.L. Pizzi. È anche protagonista di alcuni Galà d’Opera ad Ankara e Berlino.

Nel 2015 debutta con un incredibile successo al Carlo Felice di Genova in  Lucia di Lammermoor con la regia di D. Argento e la direzione M° G. Bisanti. Debutta anche a Malta in Rigoletto. Ritorna all’ Arena per la stagione estiva in Don Giovanni per la direzione del m° S. Montanari e la regia F. Zeffirelli e trasmessa su RAI 5. Si esibisce in un concerto alla “Smetana Hall” di Praga; il successo è tale da essere poi richiamata per una seconda esibizione.

Nel 2016 ritorna a Genova al Teatro Carlo Felice, dove è Elisabetta I in Roberto Devereux di Donizetti, dir. M° F. Lanzillotta. Debutta quindi al Teatro dell’Opera di Belgrado in La traviata, dir. M° D. Savic. Prosegue poi a Pavia con Requiem di Mozart per partire subito dopo per la Repubblica Ceca per il Festival Internazionale “Cesky Krumlov” dove si esibisce in “Carmina Burana“ di C. Orff. Nel 2017, al Teatro d’Opera di Craiova in Romania debutta con grande successo come Donna Anna in Don Giovanni, dir. M° W. Attanasi. Nel 2018 si esibisce al “Filarmonica Oltenia” di Craiova nella “Sinfonia N. 4” di Mahler diretta dal M° Attanasi. Sempre più acclamata, debutta in Cina come Liù in “Turandot” accanto a Giovanna Casolla e Walter Fraccaro, dir. M° G. Acquaviva. Si esibisce quindi, con pari successo, al “Seoul Art Center” nei panni in Lucia di Lammermoor con la regia di A. Bertini e la direzione di M° Attanasi. A fine anno quei grandi successi la riportano in Cina e, a Xiamen, è ancora Liù in “Turandot”. Il 2019 la vede di nuovo in Cina alla “Guangzhou opera House come Gilda in “Rigoletto”, dir. M° G. Acquaviva, e come Oscar in Un ballo in maschera  diretta dal M° A. Sisillo.

Affianca alla sua carriera internazionale anche l’insegnamento del canto presso varie istituzioni musicali del Veneto.



Angelica Recchiuto

Propedeutica musicale

Nata a Monopoli (Bari), ha intrapreso i suoi studi musicali all’età di diciotto anni con il mezzosoprano Svetlana Novikova. Ha conseguito la laurea di primo livello in canto lirico sotto la guida del maestro Antonio Juvarra presso il Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto.

Al momento sta proseguendo la sua preparazione al Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova,

affrontando studi specifici nell’ambito didattico e storico-musicale: in particolare si è specializzata nel metodo Gordon per l’apprendimento della musica durante la prima infanzia.

Nell’anno 2020 si è classificata al primo posto nella categoria di musica da camera al Concorso internazionale “Piero Boni” di Brescia.

Ha partecipato a diversi concerti nel nord Italia, affrontando come mezzosoprano repertori sacri e cameristici. Per quanto concerne l’ambito operistico ha fatto parte della messa in scena di Suor Angelicadi Puccini e L’elisir d’amore di Donizetti; inoltre ha debuttato nel ruolo di Baronessa nella prima rappresentazione in tempi moderni dell’opera Dal Detto al Fatto del compositore Masutto.

Si esibisce frequentemente in occasione di eventi musicali nel territorio, affiancandoli all’attività di insegnamento.

Francesco Iseppi

Musicoterapia, formatore ed educatore musicale

Dopo aver intrapreso lo studio del pianoforte, ha conseguito la laurea specialistica in Musicologia e Beni Musicali, presso l’Università degli Studi di Padova e parallelamente ha orientato la propria formazione nel campo della didattica, della formazione e della musico-terapia.

Tra le tappe fondamentali del proprio percorso vanno ricordate: “Percorsi nell’ORFF- Schulwerk”, a Verona, “Pongo Musicale, percorsi nello sviluppo del bambino dall’asilo alla scuola elementare”, in collaborazione con Musica in Culla®   e Ass. 6 per la Musica, a  Castelfranco Veneto – TV, “Musicoterapia in prospettiva clinica intersoggettiva” presso la Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro (CR), il Corso di Specializzazione Quadriennale in Musicoterapia presso CEP di Assisi – Pro Civitate Christiana e la Specializzazione Sostegno Didattico alunni con disabilità presso l’Università degli Studi di Padova.

Opera dal 2015 come musicoterapista privatamente e per varie istituzioni pubbliche. Inoltre ha ricevuto molteplici incarichi come educatore musicale presso scuole dell’infanzia e primarie nel territorio veneziano e trevigiano. In veste di formatore musicale ha diretto percorsi a favore di docenti della scuola dell’infanzia e primaria ed è stato apprezzato per i corsi pre-e post-parto.

Nella scuola pubblica opera da diversi anni come docente per le attività di ssostegno

Ha partecipato a diversi concerti nel nord Italia, affrontando come mezzosoprano repertori sacri e cameristici. Per quanto concerne l’ambito operistico ha fatto parte della messa in scena di Suor Angelica di Puccini e L’elisir d’amore di Donizetti; inoltre ha debuttato nel ruolo di Baronessa nella prima rappresentazione in tempi moderni dell’opera Dal Detto al Fatto del compositore Masutto.

Si esibisce frequentemente in occasione di eventi musicali nel territorio, affiancandoli all’attività di insegnamento.